Sorgenia
Accedi accedi

Ecobonus , detrazione del 65% per la domotica anche senza riqualificazione

Impianti di controllo e gestione da remoto beneficiano dell’agevolazione come gli altri interventi per l’efficienza energetica

L’Ecobonus per la domotica anche in assenza di un intervento complessivo di riqualificazione energetica dell’edificio. Questo, in sitentesi, quanto già previsto dalla normativa sulle detrazioni del 65% per l’efficienza energetica e ribadito con una circolare dalla Agenzia delle Entrate (la 20/E del 18 maggio 2016). Per usufruire dello sconto fiscale, dunque, non è necessario che l’installazione di sistemi domotici sia accompagnata da altri interventi.

Strumenti di controllo e di monitoraggio dei consumi da remoto per gli apparecchi di riscaldamento e raffreddamento della casa possono pertanto beneficiare della detrazione fiscale del 65% per il risparmio energetico senza limiti di spesa. L’unico vincolo è che il dispositivo installato risponda ai requisiti imposti dalla legge Finanziaria 2016, che ha esteso l’Ecobonus anche alla domotica.

 

DOMOTICA, GLI IMPIANTI ACCETTATI DALL’ECOBONUS

Possono godere della detrazione fiscale prevista dall’Ecobonus tutti quei dispositivi multimediali che garantiscono un funzionamento efficiente degli impianti tipici delle abitazioni (ad esempio riscaldamento, climatizzazione, produzione di acqua calda). È necessario però che questi strumenti rispondano a specifici requisiti.

In primis, devono essere gestibili da remoto e per gestibilità si intende accensione, spegnimento e programmazione settimanale tramite software digitali. Dopodiché, devono essere in grado di mostrare, attraverso canali multimediali, i consumi energetici, la temperatura di regolazione e le condizioni di funzionamento.

Infine, per completare l’operazione di monitoraggio, gli impianti domotici agevolati dall’Ecobonus devono fornire report periodici dei dati.

 

I LIMITI DELL’ECOBONUS PER LA DOMOTICA

Dal momento che la norma sulle detrazioni per l’efficienza energetica non indica l’importo massimo dell’agevolazione fruibile per gli interventi di domotica, l’Agenzia delle Entrate ha fissato come tetto massimo il 65% delle spese sostenute per il loro acquisto e installazione.

La detrazione spetta con riferimento alle spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2016 e fino al 31 dicembre 2016. La documentazione per usufruire dell’Ecobonus deve essere inviata all’Enea per via telematica, attraverso la procedura online presente sul sito