Sorgenia
cerca
Accedi accedi

Domotica, 5 termostati smart per scegliere l’efficienza energetica

Da quello che invia un rapporto dettagliato sui consumi energetici a quello che si accorge se c’è qualcuno in casa, ecco 5 termoregolatori che dovreste conoscere

Risparmio energetico, ottimizzazione dei consumi, controllo da remoto. Il termostato smart è una delle innovazioni tecnologiche più importanti per l’efficienza energetica, in quanto consente a chi lo usa di gestire con comodità la temperatura interna dell’abitazione, così da limitare i consumi di energia il più possibile, evitando sprechi e inutili dispersioni di calore.

E il 2016 è l’anno ideale per installarne uno visto che fino al 31 dicembre si può approfittare dell’Ecobonus, l’agevolazione fiscale per interventi di riqualificazione energetica. Dal modello più economico a quello che si spegne da solo quando nessuno è in casa, ecco quelli che secondo noi sono i cinque modelli migliori di termostati intelligenti. A voi la scelta.

 

NETATMO, IL TERMOSTATO SMART PIÙ ECONOMICO

Con un costo di circa 179 euro, Netatmo è il termostato smart che meglio incarna il rapporto ideale qualità- prezzo. Permette di pianificare il funzionamento dei termosifoni, modificare le temperature e avere una distribuzione del calore ottimale durante la giornata. Può essere controllato e configurato da remoto attraverso un’app apposita scaricabile per ogni tipo e modello di smartphone. Di base, infatti, gestisce il riscaldamento autonomamente basandosi su fattori come l’isolamento termico e la temperatura esterna. Ma si può scegliere di modificare le impostazioni del riscaldamento manualmente utilizzando l’applicazione. In questo caso, il sistema invierà un’e-mail per avvertire dell’avvenuta modifica.

Una delle caratteristiche più importanti del termostato Netatmo è il programma in grado di stilare un rapporto  dettagliato sul risparmio energetico della casa.  Ogni mese, il termostato invia via mail un grafico in cui è descritto l’andamento energetico, ribassi o innalzamenti del consumo. Non solo, Netatmo mette a confronto il vostro rapporto con quello di altri utenti che hanno un’abitazione simile alla vostra, così da prendere esempio da quelli più virtuosi.

 

b6q2-800-800x600.jpg

MOMIT, IL TERMOSTATO CHE FA RISPARMIARE IL 30% DELL’ENERGIA

Il Momit Home Thermostat  promette risparmi in bolletta fino al 30% grazie a un sistema intelligente connesso con lo smartphone dell’utente. Tramite la relativa app, disponibile sia per Android sia per iOS, è possibile gestire il riscaldamento di casa da remoto, tenendo sempre sotto controllo consumi e costi dell’energia.

All’interno del termostato, è presente anche una funzione di geo-localizzazione, che induce lo spegnimento dell’impianto di riscaldamento in casa quando il padrone non c’è. Anche il design risponde bene alla prova hi-tech: Momit è dotato di uno schermo LCD touch screen, per poter regolare a mano la temperatura e le configurazioni che il termostato dovrà seguire. Tutto a meno di 200 euro.

 

banner_termostato2_baja.jpg

 

SALUS IT500, IL TERMOSTATO CHE RISCALDA L’ACQUA

Il desiderio di molti, dopo una lunga giornata di lavoro, è quello di tornare a casa e fare una bella doccia calda. Salus IT500 è il termostato in grado di impostare i periodi in cui l’acqua deve essere costantemente riscaldata. Funzionalità che è possibile attivare direttamente dallo smartphone, esattamente come tutte le altre attività.

Come gli altri termostati appena descritti, Salus IT500  è, infatti, in grado di accendere o spegnere l’impianto di riscaldamento per mantenere costante la temperatura  impostata dal padrone di casa.  L’intero sistema di riscaldamento può essere configurato sia dall’ app apposita, sia dal pc attraverso il sito del device. Il display touch screen del termoregolatore si presenta come un vero palmare, con delle icone che permettono al cliente di poter configurare il termostato in modo semplice e diretto. Anche Salus è dotato di un sistema di geo-localizzazione che limita i consumi spegnendo o accendendo l’impianto a seconda della posizione geografica del padrone di casa. Il prezzo si aggira intorno ai 250 euro.

 

208-2013115153723.jpg

 

HONEYWELL, UN TERMOSTATO CHE FA PER TRE

L’Honeywell Homexpert è un termostato leggermente più caro degli altri fino ad ora proposti, ma nel prezzo, pari a circa 268 euro, sono compresi anche tre regolatori per termosifone. Il prezzo, comunque, è in linea con le potenzialità dello strumento. Honeywell, infatti, è in grado di controllare la temperatura fino a dodici diverse zone della casa. In questo modo si possono limitare i consumi energetici personalizzando la temperatura di ogni stanza della casa. Ad esempio, si può decidere di accendere i riscaldamenti in camera da letto solo nelle ore che precedono l’andare a dormire.

Inoltre, grazie ad alcuni sensori di cui è dotato, il termostato intelligente Honeywell Homexpert riesce ad accorgersi, ad esempio, quando una finestra viene aperta e di conseguenza spegne i riscaldamenti per evitare inutili sprechi di calore. Un risparmio non indifferente grazie ad uno strumento dal design classico e dalle dimensioni ridotte.  

 

 homexpert.jpg

NEST LEARNING, IL TERMOSTATO  CHE RICONOSCE DIECI PADRONI

Non lasciatevi ingannare dal design di questo termostato: tondeggiante, sembra quasi un pomello, ma è molto di più. Il Nest Learning Thermostat è, infatti, in grado di memorizzare i comandi e in base alle esigenze riesce a riprogrammarsi da solo. Ad esempio, il termostato prodotto da Nest, riesce a capire quando l’abitazione è disabitata e di conseguenza attiverà subito la modalità di risparmio energetico, così da limitare i consumi.

Non solo: se volete alzare o abbassare la temperatura, il Nest vi comunica se la vostra decisione è efficiente oppure no dal punto di vista energetico. È  gestibile da remoto, tramite un’applicazione sulla quale è possibile impostare fino a dieci account. In questo modo, il termostato può regolare la temperatura in base a chi c’è in casa e, di conseguenza, in base alle sue preferenze, precedentemente impostate. E anche il prezzo non è poi esagerato, rispetto ad altri competitor: circa 230 euro

 Nest-470-75.jpg