Sorgenia
Accedi accedi

Crescono gli investimenti in efficienza energetica

Più di 5 miliardi spesi per il miglioramento delle performance di edifici e processi produttivi. Pompe di calore e illuminazione led le tecnologie più adottate

Con più di cinque miliardi e mezzo di euro investiti nel miglioramento dell’efficienza energetica, l’Italia conferma il trend positivo degli ultimi 4 anni. Dal 2012 ad oggi si è verificata, infatti, una crescita annua del 14%. È quanto emerge dall’Energy Efficiency Report relativo all’anno 2015 redatto dall’Energy&Strategy Group del Politecnico di Milano.

Secondo il rapporto, la maggior parte delle risorse, 3 miliardi, sono stati usati dal settore residenziale per interventi di efficientamento energetico. Segue il comparto industriale con 1,8 miliardi di euro, in pratica il 32% del totale degli investimenti. Infine, ultima posizione nella classifica dei comparti più performanti il settore terziario e la pubblica amministrazione con meno del 14% dei finanziamenti totali investiti.

 

SETTORE RESIDENZIALE: BOOM DI POMPE DI CALORE

Nel 2015 sono stati gli oltre dodici milioni di edifici italiani sottoposti a riqualificazione energetica a determinare le ottime performance del residenziale. Con più della metà delle risorse totali investire, è questo  settore che guida la classifica stilata dal Energy&Strategy Group del Poltecnico di Milano.

I provvedimenti principali hanno riguardato soprattutto l’installazione di pompe di calore alle quali sono stati destinati più di un miliardo di euro. Anche gli interventi sull’illuminazione hanno registrato una crescita significativa: 450 milioni di euro sono stati sfruttati per dotare gli edifici di tecnologie smart e a basso costumo, come quelle a led.

 

LEGGI ANCHE: "Efficienza, le detrazioni per il risparmio energetico e gli altri incentivi"

 

SETTORE INDUSTRIALE: IL METALLURGICO IL PIÙ EFFICIENTE

Buona parte degli investimenti per l’efficientamento energetico del comparto industriale, 387 milioni di euro, sono stati destinati all’adozione di sistemi di combustione efficiente. Il più interessato a questo tipo di soluzioni è stato il settore metallurgico che ha finanziato questo sistema per la riduzione dei consumi e l’uso intelligente dell’energia con ben 197 milioni di euro. Significativi, però, sono stati anche gli investimenti in questo campo realizzati da vetrerie (80 milioni di euro) e cementifici (63 milioni di euro).

Settore alimentare, chimico, meccanico e della carta si sono invece divisi le risorse per la cogenerazione, 378 milioni totali. Infine anche il settore industriale è intervenuto con 179 milioni nell’efficientamento dell’illuminazione dei propri stabilimenti.

 

SETTORE TERZIARIO E PA FANALINI DI CODA

Nel 2015 il settore a investire meno nell’efficienza energetica (meno di un miliardo di euro) è stato il terziario, in cui il rapporto del Politecnico di Milano include Pubblica Amministrazione, hotel, e tutti quegli edifici non usati per attività industriali.

All’interno di questo insieme, comunque, si distingue la PA, che da sola ha messo sul piatto circa il 40% delle risorse impiegate da questo settore. Si registra un dato incoraggiante, in particolare, che riguarda gli edifici scolastici. Sono state 43 mila le scuole in cui sono stati realizzati progetti di riqualificazione energetica, per un totale di 105 milioni di euro di investimenti.

Per quanto riguarda le tecnologie impiegate in questo settore, ancora una volta le somme più importanti sono state destinate all’efficientamento degli impianti di illuminazione. Insieme all’installazione di superfici opache, questi interventi hanno assorbito il 43% delle risorse.

 

LEGGI ANCHE: "L'illuminazione pubblica smart per risparmiare 400 milioni di euro"

Buone performance sono state realizzate anche dal comparto turistico. Sono gli hotel, in particolare, ad aver speso maggiormente in efficienza energetica. Gli impianti di cogenerazione e la building automation, con rispettivamente otto e quattro milioni investiti, sono state le tecnologie più installate dal comparto nello scorso anno.

 

Leggi anche: "Efficienza energetica per le pmi, con INCAME audit e consulenza gratis"